Pulire il laminato

Pulire il laminato
Il laminato è un materiale utilizzato per la produzione di porte, parti della cucina ma soprattutto per i pavimenti. viene ottenuto dalla pressofusione di più materiali (fibra in legno e resina e un foglio di protezione di ossido di alluminio che ne garantisce la resistenza). sono tanti e sempre di più gli oggetti realizzati con questo materiale presenti nelle nostre abitazioni e con l'accumulo di polvere, capelli, briciole, c'è il rischio che si graffi. spesso ci si chiede quale sia il miglior modo per poterlo pulire senza rovinarlo. occorrente: acqua tiepida, aceto, spazzolone/mocio/panno morbido o in microfibra, detergente per vetri, panno asciutto (sempre morbido). il laminato è di per se resistente ai graffi, alle macchie, all'umidità e grazie anche alla sua antistaticità è resistente anche alla polvere. non acquistate prodotti abrasivi, come pagliette, acetone, trielina o detersivi in polvere per evitare che si graffi. scegliete sempre panni morbidi o in microfibra e usiate un detergente per vetri, asciugando sempre bene per evitare che rimangano aloni. come per i pavimenti, per lo sporco più accentuato, utilizzate un panno inumidito con acqua e aceto o acqua e alcool. l'aceto è un ottimo sgrassante e igienizzante per le cucine e inoltre grazie alle sue proprietà assorbe i cattivi odori.